CISA12 CONSORZIO SOCIO-ASSISTENZIALE

NICHELINO,NONE,VINOVO,CANDIOLO

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
HOME AREA ANZIANI

AREA ANZIANI

E-mail Stampa PDF

SERVIZI


ASSISTENZA ECONOMICA

Obiettivo: integrare i bassi livelli reddituali per i soggetti ultrasessantaquattrenni che rientrano nei criteri della deliberazione dell'Assemblea Consortile.
L'assistenza economica prevede l'erogazione di un contributo economico "Reddito minimo di mantenimento" in base ai criteri stabiliti dalla determinazione quadro. Hanno diritto a tale contribuzione, di norma, gli anziani (con oltre 64 anni) fino a quando persistono le condizioni di insufficienza di reddito previste dalla stessa.
E' prevista l'erogazione di contributi una tantum per specifiche esigenze nei confronti dell'anziano in presenza di un progetto elaborato dall'Assistente Sociale di riferimento finalizzato alla soluzione del bisogno specifico
La deliberazione prevede l'erogazione del prestito d'onore nel caso in cui l'anziano sia in attesa di pensioni o indennità di accompagnamento dati i tempi di attesa della liquidazione delle stesse che non collimano con esigenze di fruizione immediata da parte dell'interessato. La richiesta deve essere inoltrata dall'interessato con l'impegno alla restituzione in forma scritta. Tale anticipo può essere erogato soltanto se l'anziano rientra nei criteri previsti dal reddito di mantenimento o se la somma richiesta è finalizzata a garantire adeguata assistenza.
Occorre presentare domanda all'Assistente Sociale di territorio di residenza.


ASSISTENZA DOMICILIARE
Obiettivo: Le attività d'intervento domiciliare sono orientate al mantenimento di soggetti in difficoltà all'interno del proprio domicilio o a favorire il rientro qualora si sia reso necessario un allontanamento. A tal fine l'intenzionalità esplicita del servizio è orientata da una parte al raggiungimento del massimo di autonomia attraverso il recupero di abilità personali e dall'altra ad azioni interessate a favorire l'integrazione e forme di interazione con il contesto, in primo luogo nella prospettiva di garantire la permanenza dell'anziano all'interno del proprio nucleo familiare. È possibile, quindi, attivare le seguenti figure:
ADEST: interventi alla persona (igiene, mobilitazione, alimentazione, socializzazione e stimolo alla relazione ) finalizzato al potenziamento delle capacità residue.

Occorre presentare domanda all'Assistente Sociale di territorio di residenza.


ANZIANI CON PARZIALE RIDUZIONE DI AUTONOMIA
Obiettivo: Mantenere l'anziano con parziale autonomia al proprio domicilio, garantendo il soddisfacimento delle sue esigenze primarie e mantenendo vivi i rapporti sociali nel suo contesto di vita. Sostenere la famiglia che decide di assistere a domicilio il proprio congiunto anziano;
Per l'anziano socialmente disagiato vengono attivate tutte le risorse presenti sul territorio, tra cui i servizi che si prevedono al momento sono:
assistenza domiciliare: aumentare il numero delle prestazioni sul territorio; il servizio domiciliare garantisce ai soggetti interessati una vita qualitativamente più rispondente alle proprie necessità;
Centri Diurni: interventi che sappiano coniugare il sollievo alla famiglia e l'offerta di attività riabilitative, ricreative, di socializzazione sia per le persone non autosufficienti fisiche sia per quelle affette da demenza senile o morbo di Alzheimer (strutture di Moncalieri ).
Centri d'attività: momenti d'incontro (circa 3 ore giornaliere, al momento il sabato mattina, presso la sede di Viale Segre a Nichelino e il mercoledì pomeriggio a Candiolo) per anziani con residue capacità sia fisiche sia cognitive, che hanno ancora la voglia di parlare di sé, del passato ancora vivo nella loro memoria, e che trovano in quel contesto operatori disponibili ad ascoltarli.
Il ricorso all'inserimento in Residenza (RA) è eccezionale; deve essere attivata in riferimento alla diminuzione di autonomia del singolo o del nucleo, oppure quando ogni possibile risorsa di rete (Assistenza Domiciliare, A.D.I., Assistenza Economica, ricorso se possibile a forme di partecipazione del Volontariato, ecc.) risulti non più adeguata.

Occorre presentare domanda all'Assistente Sociale di territorio di residenza.


PROGETTO INDIVIDUALIZZATO PER SOGGETTI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI
La convenzione in atto con l'A.S.L. To5 ha permesso e permette di valutare l'anziano e di concordare contestualmente un progetto d'intervento rispondente ai bisogni sia sanitari sia assistenziali. Alla Commissione di Unità di Valutazione Geriatrica, organo istituzionale riconosciuto dai due Enti (Consorzio ed A.S.L.), compete la funzione di diversificare gli interventi, predisponendo il progetto individuale, concordato tra le figure coinvolte: Caregiver, operatori sociali e sanitari.
Ricovero di sollievo: "ospitalità temporanea"(da un minimo di 15 giorni di degenza ad un massimo di 60 giorni) in R.S.A., al fine di sollevare la famiglia dalla custodia dell'anziano non autosufficiente o di risolvere urgenti necessità famigliari ( strutture di Moncalieri ).
Assegno Personalizzato di autosufficienza: servizio consistente nell'erogazione di un contributo economico finalizzato all'acquisto da parte dei beneficiari di prestazioni per la loro "cura ed assistenza a domicilio". Sono attivi due tipi di A.P.A., in base alle condizioni di non autosufficienza dell'anziano valutata dalla Commissione di Unità di Valutazione Geriatrica distrettuale:
soggetti in condizioni di non autosufficienza, determinata da gravi disabilità o da malattie di carattere degenerativo invalidanti, per i quali la Commissione competente abbia valutato una condizione sanitaria almeno equivalente a quella che rende idonei ad essere inseriti in strutture residenziali a rilievo sanitario (R.S.A.);
soggetti in condizioni di ridotta autosufficienza per i quali si prevede l'inserimento in una struttura a rilievo assistenziale (R.A.F.).
Inserimento in struttura residenziale: tale intervento viene attivato quando ogni possibile risorsa di rete risulta non più adeguata a dare una risposta ai bisogni dell'anziano al proprio domicilio.

Occorre presentare domanda all'Assistente Sociale di territorio di residenza.


RAPPORTO SINERGICO CON IL VOLONTARIATO - ALTRI ENTI
Obiettivo: potenziare iniziative assistenziali e di solidarietà espresse dal volontariato, dall'associazionismo e dalla cooperazione.
L'attuale sistema di erogazione dei servizi sociali è fortemente incentrato sulla relazione tra Ente gestore, Volontariato e terzo settore. In questa ottica il Volontariato, operante su questo territorio, costituisce una risorsa notevole per la gestione del settore anziani, sia per la disponibilità delle persone, sia per i fondi che erogano, destinati ad interventi "straordinari". Tale collaborazione rappresenta, pertanto, una fonte di utilità nell'attuazione della politica della "domiciliarità" che questo Consorzio intende perseguire. In particolare vengono previsti rimborsi forfettari alle associazioni che si occupano di accompagnamenti.

Per informazioni :


None Centro anziani c/o Comune di None tel. 011/999.08.11
Candiolo Centro anziani c/o sede San Vincenzo v.Simonis 7 tel 011/962.12.75 (mercoledì pomeriggio)


 

NEWS CISA12

ULTIME NOTIZIE

PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO DEI SERVIZI TERRITORIALI, SEMI-RESIDENZIALI E RESIDENZIALI PER PERSONE DISABILI

Scadenza ore 12 del 19/12/2019

Pubblicazione elenchi personale, costi di erogazione utenze e km sostenuti per ogni singolo servizio.

Pubblicazione quesiti.

Pubblicazione fac-simile schemi offerta economica per ogni lotto.

Documentazione scaricabile integralmente nella sezione BANDI E AVVISI

 

 

BANDO CORSO DI PRIMA FORMAZIONE PER OPERATORI SOCIO SANITARI

Si informa che da Lunedì 23 a Giovedì 26 Settembre 2019 è possibile presentare le domande di preiscrizione presso la sede di ENGIM PIEMONTE - S.L. Murialdo - Via San Matteo 2, Nichelino (To) in orario 8.30-12.30 / 14.30-16.00

Informazioni e copia del bando nella sezione BANDI e AVVISI

 

 

WE.CA.RE. : WELFARE CANTIERE REGIONALE

AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI ENTI DEL TERZO SETTORE E DI ALTRI SOGGETTI
COLLABORATORI DELL’UNIONE DEI COMUNI DI MONCALIERI, TROFARELLO,
LA LOGGIA E CISA 12 NICHELINO NELLA CO-PROGETTAZIONE DI AZIONI
INNOVATIVE DI WELFARE TERRITORIALE, IN ATTUAZIONE DELL’ATTO
DI INDIRIZZO DI CUI ALLA D.G.R. N. 22-5076 DEL 22/05/2017 PERIODO 2017-2020

Documentazione disponibile nella sezione BANDI E AVVISI

 

 

GRADUATORIA CORSO OSS

Disponibile la graduatoria in ordine alfabetico dei 20 ammessi al corso biennale per occupati di Operatore Socio Sanitario finanziato dal Consorzio CISA12.

I nominativi non inseriti in elenco non hanno superato le selezioni.

I candidati ammessi verranno contattati la prima settimana di Settembre per l'avvio corso con comunicazione del calendario delle lezioni del primo anno.

 

 

AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE CORSO DI PRIMA FORMAZIONE PER OPERATORE SOCIO SANITARIO

Corso gratuito della durata di 1000 ore, di cui 440 ore di stage svolto in orario diurno.

Consultare l'area ALBO PRETORIO ONLINE

PRIVACY - G.D.P.R.

Posta Elettronica Certificata

DIRITTO ALLO STUDIO

Aiuti economici alle famiglie per il diritto

allo studio.                Consultazione (.pdf)

FATTURA ELETTRONICA

CHI E' ONLINE

 19 visitatori online

ULTIME NOTIZIE

Vi informiamo che,il C.I.S.A.12,in qualità di titolare del trattamento, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare la vostra esperienza di navigazione su questo sito, utilizza cookies tecnici e analitici anche di terze parti.Per saperne di più, o per gestire/negare i consensi ai cookies, consultate le pagine COOKIE POLICY e PRIVACY POLICY. Cliccando su ACCETTO o continuando la navigazione, dichiarate di aver compreso le modalità nell'informativa estesa ai sensi dell'Art.13 del Regolamento UE 2016/679. .

Accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information